venerdì 13 novembre 2020

L'importanza della Gentilezza

 Tutte le classi



Oggi, 13 novembre, in tutto il mondo, si celebra la gentilezza come valore universale da difendere e da insegnare, per renderci migliori e migliorare, di conseguenza, il mondo in cui abitiamo.

Vi propongo di seguito un tenero video che ci ricorda come spesso siamo "veloci" e "superficiali" nel dare giudizi, nel condannare e disapprovare certi comportamenti...senza conoscere veramente cosa si nasconde dietro.

Imparare ad essere più tolleranti e a dimostrare empatia con chi ci sta vicino, può aiutarci a stabilire relazioni più sincere e più vere, facendoci sentire anche più felici.

Diffondiamo la gentilezza, dunque, e diventiamo persone migliori!

maestra Miriam




lunedì 14 settembre 2020

A scuola ....FINALMENTE!

 

Ripartiamo in presenza per questo nuovo anno scolastico....la campanella torna a suonare!

Un passo che fa sembrare di poter tornare alla "normalità" anche se la scuola sarà diversa da come l'abbiamo conosciuta fino ad oggi.

Ci saranno nuove regole da rispettare, limitazioni nei movimenti e nell'uso dei laboratori al fine di proteggersi ed evitare contagi ma...

torneremo a stare insieme, a guardarci negli occhi e a sorridere, anche se da sotto una mascherina!

Che emozione! E quante aspettative!

....Ritroveremo un po' di noi, quel "noi" così prezioso, sacrificato per tutto questo tempo di pandemia, e  che abbiamo una voglia matta di "risvegliare".

Con l'augurio di non dimenticare chi siamo, nonostante i dispositivi di protezione che siamo costretti a portare, io sono pronta. E voi?!?!

 3, 2,1....COMINCIAMO!

BUON INIZIO A TUTTI!





venerdì 20 marzo 2020

#Andrà tutto bene

Per tutti

In questi giorni la nostra umanità si scopre più fragile, spaesata.
Anche se siamo costretti a stare "rinchiusi" nelle nostre case, non abbattiamoci sotto il peso della paura. Recuperiamo il coraggio e la forza che ciascuno di noi ha dentro... sono certa che alla fine, questa brutta esperienza insegnerà a tutti qualcosa e noi sapremo essere persone migliori.
Guardiamo avanti con speranza, senza abbatterci. Sfruttiamo il tempo che ci è donato per "ritrovare la strada" e puntare dritto agli obiettivi che per noi contano davvero. Approfittiamo di questo tempo prezioso e cerchiamo di starci accanto comunque, grazie ai mezzi che la tecnologia ci mette a disposizione. Anche quando la tristezza prenderà il sopravvento, noi non dimentichiamo chi siamo e che siamo amati...quante persone ci vogliono bene! E ci sono sempre, anche se le nostre città sembrano deserti.
Quando tutto sarà rientrato, e dovremo ricostruire la nostra "normalità" sapremo maggiormente comprendere come e quanto abbiamo bisogno degli altri per "stare bene" e dare significato alla nostra esistenza.  Saremo più consapevoli di essere parte di una stessa, grande famiglia: l'umanità intera.
Bitmoji Image

Come "dolce abbraccio virtuale,  posto di seguito la mini-canzone che lo Zecchino d’Oro ha scelto di regalarci, in questi giorni in cui siamo costretti a stare in casa, e la dedico a tutte le bimbe e a tutti i bimbi!
Insieme ce la faremo! #andrà tutto bene
Miriam


Dal canale YouTube Zecchino d'Oro - Le canzoni dell'Antoniano





lunedì 7 gennaio 2019

Islamismo...in formato POCKET!

Classi quinte

Per aiutarvi a ripassare anche la religione islamica che abbiamo conosciuto insieme, vi posto una bellissima presentazione fatta dalla collega Maria Renzi, conosciuta meglio in rete come maestra Clemmy.
Scorrendo le varie videate di questa "guida tascabile", ripercorrerete le caratteristiche principali di questa grande religione monoteista....Buono studio!

maestra Miriam


mercoledì 26 dicembre 2018

Vincere le differenze...attraverso l'amore

Tutte le classi


Che bel messaggio circola in questi giorni grazie ad un bellissimo e commovente spot televisivo!
Un breve video ma denso di significato: per una volta la pubblicità, che in genere interrompe una tranquilla visione e infastidisce anche, può insegnare qualcosa di importante.
E allora, non perdiamo l'occasione di rifletterci sopra!!

In classe (ma anche nella vita) non sempre riusciamo ad accettare le differenze, a farle diventare ricchezza...molto spesso sono motivo di scontro e di esclusione. Invece di stare calmi, metterci nei panni dell'altro e pensare che anche il nostro compagno ha dei sentimenti e dei desideri che sono simili ai nostri e che vorrebbe solo essere amato e accettato per quello che è, preferiamo iniziare una "lotta" per dimostrare chi ha ragione e chi ha diritto e chi no.

Ma non sarebbe meglio riuscire a trovare un compromesso, una soluzione che rispettasse la personalità e i desideri di tutti? Certo, la ricerca di una soluzione non è semplice, a volte è difficoltosa e può richiedere tempo ed energie che vorremmo magari impiegare in altro di meno "scomodo"...ma per il benessere di tutti potremmo fare qualche sforzo in più.

Veniamo allora al dunque: vi posto il video dello spot che ci insegna ad abbracciare anche i tipi "spinosi"come il piccolo riccio che ne è il protagonista. Magari l'avrete anche già visto in televisione. 
Il piccolo riccio, come accade in tante scuole a bambini come voi, non riesce ad avere amici per via delle sue caratteristiche fisiche, che peraltro lui non può scegliere ma sono date dal suo essere riccio! (quante volte avete preso in giro un compagno per lo stesso motivo?). 
Per fortuna, in questa storia vince l'amicizia: i suoi compagni, che vogliono giocare con lui, riusciranno a non lasciarlo solo e a trovare una soluzione per averlo vicino, senza che nessuno possa farsi male. Sono riusciti ad accoglierlo tra loro, facendo svanire la loro paura iniziale.
Non è una bella cosa questa? 
Questo video ci dà una bella lezione: non sono le differenze a creare le distanze e a costruire muri, ma la nostra incapacità o il nostro mancato desiderio di trovare soluzioni. L'accoglienza e l'amicizia si basano su quotidiani piccoli (ma grandi) gesti d'amore. 
Dovremmo tenerla presente non solo in questo periodo di Natale, ma in ogni giorno della nostra esistenza.


Buona visione!


Pubblicità del gruppo bancario austriaco Erste Bank und Sparkasse,
dal titolo 'Cosa sarebbe il Natale senza amore?'

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...